La crisi di governo, agosto 2019

conte salvini imgAl di là delle considerazioni individuali sull'operato dei politici, spesso determinate da simpatie personali o di fazione, credo che da un punto di vista strettamente astrologico gli eventi verificatisi a ridosso di Ferragosto rappresentino una ghiotta occasione di verifica.

Innanzitutto perché è possibile individuare in modo chiaro gli attori (il Capo del Governo, Giuseppe Conte e il Ministro degli Interni, Matteo Salvini) e il tempo degli eventi, compresi in un intervallo piuttosto stretto (dal 14 al 20 agosto 2019).
Il 14 agosto, con un'intervista a Rtl 102.5, Matteo Salvini ha infatti annunciato che il 20 agosto avrebbe sfiduciato Giuseppe Conte e in quella data il Capo del Governo ha annunciato le proprie dimissioni, cogliendo l'occasione per ribadire il proprio punto di vista sull'operato del vice premier leghista. Le opinioni espresse, inequivocabili, hanno sottolineato le divergenze profonde tra i due e la naturale rottura della coalizione.

Per comprendere cosa abbia causato l'evento da un punto di vista astrologico, è indispensabile valutare le relazioni astrologiche tra i due soggetti coinvolti, non prima però di aver definito quali variabili astrologiche considerare: ritengo sia facile e intuitivo associare a uno schema Mercurio-Marte-Saturno i toni aspri che hanno caratterizzato il confronto, con i primi due elementi della terna (Mercurio-Marte) a sostenere lo spirito polemico, l'imprudenza e l'aggressione verbale; l'intervento di Saturno nello schema ha contribuito a definire la questione in modo definitivo.

Osservando la sinastria Conte-Salvini (il tema del primo è all'interno, quello del secondo all'esterno, Figura 1), si può notare come le relazioni tra i tre astri citati prima siano piuttosto larghe, se considerate singolarmente: Mercurio occupa, rispettivamente, il 13° della Vergine e il 27° dei Pesci, Marte il 6° del Cancro e il 19° del Capricorno, Saturno il 14° dei Gemelli e il 4° dei Pesci¹.

Secondo la prospettiva offerta dai delta, si può facilmente notare quanto segue: l'arco che separa la coppia Mercurio-Marte di Conte e di Salvini corrisponde rispettivamente a +67° e +68°, quella Mercurio-Saturno a -171° e -77° e quella Marte-Saturno +122° e -145°.
Con un piccolissimo sforzo si può capire come la relazione tra i primi due archi corrisponda a una congiunzione (68°- 67° = 1° di scarto) e quello degli altri due rispettivamente a due quadrature (171°- 77° = 94°, 4° di scarto; 122° + 145° = 267, 3° di scarto).

Assodata la presenza di alcune non trascurabili asperità astrologiche, resta da capire cosa abbia scatenato il potenziale presente nei due temi: non dovrebbe sorprendere a questo punto constatare che le distanze tra i pianeti di transito presi in considerazione nell'analisi dei due temi (ovvero Mercurio, Marte e Saturno), siano entrati in forte risonanza con i due schemi di nascita. 
Lanciando il cuore oltre l'ostacolo e considerando per esempio l'arco Mercurio-Marte, è possibile infatti verificare come sommando la distanza di transito tra i due pianeti registrata il 14 agosto (-24°) a quella dei due protagonisti (67° e 68°) si ottengano rispettivamente 91° e 92°: l'interazione tra astri di transito e di nascita ha dato di fatto vita a una quadratura, che ha offerto un'opportunità di manifestazione al potenziale conflitto, espresso astrologicamente dalle combinazioni Mercurio-Marte.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

¹ Le posizioni sono espresse in gradi di passaggio, arrotondati per eccesso.

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2019.

Cerca