Novembre 2018

TEV Giove sqIl mese di novembre prende il via con la ripresa della visibilità mattutina di Venere, seguita una settimana più tardi dal tramonto vespertino di Giove, il 7 novembre. Il benefico maggiore si cela quindi alla vista quasi contemporaneamente al suo ingresso nel segno del Sagittario (Figura 1). Oltre all'uscita di scena di Giove e alla ripresa del ciclo luminoso di Venere, non si registrano altri fenomeni di rilievo relativi alle fasi eliache dei pianeti, ma non mancano altri fenomeni interessanti come il tramonto quasi contemporaneo di Venere e Spica e, poco più tardi, di Luna, Mercurio e Giove (8 novembre). 

Come osservabile in Figura 2, Venere e Marte riducono progressivamente la distanza dal piano dell'eclittica nel corso del mese, con il benefico minore che passa dalla latitudine negativa a quella positiva il 22 novembre.

I valori di declinazione di Mercurio, Giove e Saturno, prossimi o inferiori ai -20°, portano con sé diverse occasioni di comunicazione tra i tre astri: oltre alla congiunzione zodiacale con Giove, Mercurio forma infatti un parallelo di declinazione con Saturno a inizio mese e il 22 novembre (Figura 3). Mercurio sembra quasi accompagnare l'ingresso di Giove nel proprio domicilio, prima precedendolo e poi inseguendolo: il pianeta inizia infatti il moto retrogrado il 17 novembre a 13°29' del Sagittario, per riprendere la fase diretta il 6 dicembre, a 27°16' dello Scorpione (Figura 4).

 Il novilunio del 7 novembre è caratterizzato dalla presenza dei luminari nel segno dello Scorpione e in Casa VII, quasi all'orizzonte (+0.8° di altezza), nei confini di Venere e in ampio sestile zodiacale separante con Saturno; sul piano delle Case la distanza si riduce notevolmente, portandosi a circa 3°: le distanze orarie di Saturno e del Sole sono pari, rispettivamente a 5,95 e a 1,75. Moltiplicando la differenza (pari a 4,2) per 15, si ottengono infatti i 63° orari che separano gli astri in questione.

Nel plenilunio del 23, il Sole si trova nel segno del Sagittario in Casa I e la Luna in Gemelli in Casa VII; in virtù della sua latitudine meridionale, il piede zodiacale del luminare notturno cade in Gemelli e nei confini di Mercurio, mentre il grado di passaggio a 28°08' del Toro la porta nei confini di Marte, a breve distanza dalle Pleiadi. 

Contrariamente alla norma, Mercurio e Venere restano per tutto il mese negli stessi segni, rispettivamente in Sagittario e in Bilancia, così come Saturno, sempre in Capricorno; Urano, Giove e Marte passano, rispettivamente, in Ariete (il 6), Sagittario (l'8) e Pesci (il 15); il Sole entra in Sagittario il 22.

Tra gli aspetti principali si segnalano il trigono tra Venere e Marte (il 9),  la quadratura Marte-Giove (il 20), la congiunzione Sole-Giove e la quadratura Mercurio Marte del 26 e le congiunzioni Sole-Mercurio e Mercurio-Giove del 27. 

L'8 novembre la prima visibilità della Luna segna l'inizio del nono mese lunare (Kislimu, secondo il calendario babilonese). 

La Luna si trova all'apogeo il 14 e al perigeo il 26 novembre.

 

 Fasi eliache stelle principali - novembre 2018
 
4 Nov 2018 06:06:05 Alpheratz - Prima visibilità occidentale         8 Nov 2018 06:14:52 Vega - Levata eliaca mattutina
13 Nov 2018 18:35:18 Rucba - Tramonto eliaco vespertino         20 Nov 2018 17:54:31 Aldebaran - Ultima visibilità orientale
23 Nov 2018 06:13:35 Zuben Elschemali - Levata eliaca mattutina         25 Nov 2018 17:52:32 Arcturus - Tramonto eliaco vespertino
27 Nov 2018 06:50:40 Rigel - Prima visibilità occidentale         -----

 


L'8 novembre (con la prima visibilità della Luna) ha inizio il nono mese del calendario babilonese (Kislimu), con la Luna all'orizzonte occidentale nel segno dello Scorpione¹; la proiezione zodiacale - FIGURA 5 - e il grado di passaggio del luminare notturno - FIGURA 6 - cadono a diversi gradi di distanza: i valori sono pari rispettivamente a 28°56' Scorpione e 6°22' Sagittario. L'ascendente è a 6°15' dei Gemelli, il medium coeli a 8°52' dell'Acquario (posizioni calcolate per le coordinate geografiche di Torino). 

All'orizzonte di Roma la situazione è molto simile: la proiezione zodiacale - FIGURA 5-a - e il grado di passaggio del luminare notturno - FIGURA 6-acadono a diversi gradi di distanza: i valori sono pari rispettivamente a 28°50' Scorpione e 5°21' Sagittario. L'ascendente all'orizzonte di Roma è a 5°14' dei Gemelli, il medium coeli a 10°32' dell'Acquario

Nella tab 1 vediamo la condizione della Luna all'orizzonte del primo di Kislimu (nono mese lunare), accompagnata dal tema di novilunio e plenilunio, calcolate per Torino e Roma (e dalle relative mappe astrocartografiche); nella 2  la tabella degli aspetti planetari, le effemeridi, il calendario, le immagini del cielo del 15 novembre (prima del sorgere e dopo il tramonto), nella 3 l'animazione relativa al tramonto eliaco vespertino di Giove.

Riepilogo fasi lunari + prima e ultima visibilità della Luna

NL  07-11-2018   17:02 
PL  23-11-2018   06:39

Ultima visibilità 06-11-2018 ore 05:29
Prima visibilità  08-11-2018 ore 18:03

Riepilogo visibilità pianeti

Marte e Saturno (occidentali) sempre visibili, Mercurio sempre invisibile (prima occidentale e poi orientale), Venere mattutina e sempre visibile.

 
 

¹ Data la discreta latitudine della Luna, nello Scorpione cade solo il piede zodiacale del luminare notturno, che in questo caso tramonta con il segno del Sagittario.

 

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo per iscriverti alla nostra newsletter.

captcha 

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2018.

Cerca