Accedi  \/ 
x
x
Registrati  \/ 
x

Search - FAQ Book Pro
Search - SP Page Builder
Search - EasyDiscuss
plg_search_content_improved
GoogleSiteSearch
Categorie
Cerca - Contatti
Search - Content
Cerca - Newsfeeds
Search - Dropfiles
Search - Tags
Search SEO Glossary
ICAGENDA_PLG_SEARCH

>>> Diario di viaggio astrologico

 

SECONDO TEMPO

... a tutto c'è un limite... e per fortuna! Altrimenti come si farebbero ad aprire nuovi cerchi? Prima, però, è necessario un po' di riposo per leccarsi le ferite/coccolarsi/ricaricarsi. Magari sfogarsi pure un po' (o più di un po'). Poi si può procedere a fare il punto della situazione. Dopo di che ci si muove più o meno esitanti verso una nuova fase di vita.

Ecco, dopo sei difficili mesi di viaggio in terra australiana, io ero stanca, DAVVERO stanca, quindi sono tornata in Italia. Di più, mi sono nascosta nella mia vecchia cameretta in casa di mamma e papà, dove le mie attività quotidiane erano: dormire, mangiare, leggere, coccolare i gatti. Saltuariamente ho risposto al telefono. Un paio di volte ho messo naso fuori di casa (per vedere i miei migliori amici).

In realtà il ritorno in terra natia era previsto fin dall'inizio del viaggio ma, a questo punto, ero ben lieta di godermelo. Per due settimane. E poi mi sono rasata di nuovo i capelli e sono tornata in Australia.

Già, perché, nonostante tutto, mi ero legata moltissimo a questa enorme isola e, soprattutto, le avevo promesso che sarei tornata presto. C'erano ancora troppe cose che volevo fare quindi... fine primo tempo, pausa per comprare i popcorn (e andare alla toilette) e pronti in poltrona per l'inizio del secondo tempo. Beh, io non in poltrona, bensì in piedi con lo zaino in spalla.

Per questa seconda fase di viaggio e nuovo capitolo di vita volevo, però, qualche novità. E, guarda caso, pure Rocco desiderava qualcosa di nuovo. Quindi ci siamo messi d'ingegno a escogitare un secondo step per il Diario di viaggio astrologico. Ma ora lascio la parola a lui, che ve lo spiega per benino.

-------

Dopo 22 settimane di telecronaca astrologica del viaggio, abbiamo deciso di spostare l'attenzione su un altro livello dell'esperienza, modificando il punto di vista sull'avventura in terra australiana e donandogli una diversa profondità dal punto di vista temporale e qualitativo.

La via scelta per realizzare il cambiamento di prospettiva implica l'adozione di uno sguardo divergente, diretto allo stesso tempo verso il passato e il futuro: da una parte, l'esame astrologico dei tratti di vita nomade degli anni precedenti (da dicembre 2013 a oggi Elena ha raggiunto numerose destinazioni, dall'Asia al Sud America, passando per l'Europa e il Canada) dà la possibilità di contestualizzare meglio, per contrasto, le dinamiche in corso; dall'altra, la conoscenza delle potenzialità in atto, offre l'opportunità di pianificare alcune fasi del viaggio tenendo conto delle variabili astrologiche.

Procedere con lo studio offre infine la possibilità di realizzare il duplice obiettivo di fondo della nostra ricerca, che consiste nell'attribuzione di un'identità astrologica ai luoghi visitati (estendendo le associazioni tra luoghi, pianeti e segni zodiacali, proposte da Tolomeo in avanti) e nella scoperta delle combinazioni che hanno spinto Elena a raggiungere determinate località in un momento specifico.

Buona visione!