Accedi  \/ 
x
x
Registrati  \/ 
x

Search - FAQ Book Pro
Search - SP Page Builder
Search - EasyDiscuss
plg_search_content_improved
GoogleSiteSearch
Categorie
Cerca - Contatti
Search - Content
Cerca - Newsfeeds
Search - Dropfiles
Search - Tags
Search SEO Glossary
ICAGENDA_PLG_SEARCH

>>> Diario di viaggio astrologico

Rocco

Melbourne transiti 1 dicembreI transiti di inizio dicembre.

Il ritorno in Australia (partenza dall’Italia il 25 novembre, arrivo il 27) coincide con un giro di boa astrologico: il Sole e i pianeti veloci hanno infatti percorso in circa sei mesi approssimativamente mezzo zodiaco, opponendosi alle posizioni iniziali. Marte si trova a circa 120° di distanza dal segno dei Gemelli, Giove ha cambiato segno e pure Saturno si accinge a chiudere il suo transito in Sagittario (il 20 dicembre 2017), liberando finalmente da una lunga pressione i pianeti in Gemelli di Elena. Tutte le combinazioni annunciano un cambiamento di polarità e la possibilità di avviare una nuova fase d’esperienza, caratterizzata con ogni probabilità da meno ostacoli.

Considerando il fatto che la nuova fase del viaggio prende il via nei pressi di un incrocio tra una linea di Venere e una di Marte (quasi a metà strada tra Melbourne e Adelaide, Figura 1) e che la destinazione – il cuore dell’Australia – si trova tra le linee del Sole e di Marte, in I Casa alla nascita e qui culminanti, ci si può attendere un maggior dinamismo rispetto alla fase precedente.

L’intersezione cui si fa riferimento si ottiene tracciando la linea altoazimutale di Venere e quella di Marte al meridiano: la prima indica un clima più creativo e benevolo, in netta controtendenza con la situazione precedente, segnata prevalentemente dall’interazione Mercurio-Saturno; la seconda suggerisce l’emergere di una maggiore energia e intraprendenza: è ora di lasciare il black hat e di indossare in sequenza il cappello rosso e quello giallo, legati all’intraprendenza, all’entusiasmo e all’ottimismo.

Il viaggio di ritorno dal 25 al 27 e la permanenza a Melbourne (fino al 2 dicembre) coincidono con la nuova attivazione del discendente (da parte di Venere, Figura 2), come già avvenuto in occasione del rientro in Italia (ad opera di Mercurio); le esperienze associabili al benefico minore sono senza dubbio più facili e piacevoli, garantendo al tempo stesso un atterraggio morbido, necessario per recuperare le energie in vista del prossimo tuffo nel cuore dell’Australia. Anche la ripetizione della fase Mercurio-Venere presente alla nascita è di buon auspicio, favorendo una maggiore sintonia tra pensiero ed emozioni.

Il quadro astrologico di fine novembre-inizio dicembre è quindi quello di una quieta preparazione, che precede l’ingresso di Marte in Scorpione del 9 dicembre: il pianeta resterà in compagnia di Giove fino al 26 gennaio 2018, segnando i limiti di quella che risulterà essere, probabilmente, una delle fasi più dinamiche e avventurose dell’intero viaggio.