Accedi  \/ 
x
x
Registrati  \/ 
x

Search - FAQ Book Pro
Search - SP Page Builder
Search - EasyDiscuss
plg_search_content_improved
GoogleSiteSearch
Categorie
Cerca - Contatti
Search - Content
Cerca - Newsfeeds
Search - Dropfiles
Search - Tags
Search SEO Glossary
ICAGENDA_PLG_SEARCH

>>> Diario di viaggio astrologico

Rocco

transito mercurio dicembre 2017 planetario sqIl transito di Mercurio, dic. 2017-gen. 2018

La permanenza ad Alice Springs, della durata di circa un mese, si sovrappone in modo abbastanza preciso alla fase centrale del passaggio di Mercurio nel segno del Sagittario, percorso in moto retrogrado dal 3 al 23 dicembre e quindi nuovamente in moto diretto fino al 10, giorno dell'uscita dal segno e dell'ingresso in Capricorno.

Per questo motivo la descrizione dell'esperienza viene proposta in due parti distinte, separate dallo spartiacque astrologico legato al cambiamento di moto di Mercurio, avvenuto nel periodo natalizio.

L'arrivo nel Red Centre australiano (15 dicembre) coincide approssimativamente con il tempo dell'opposizione annuale del Sole di transito a Marte di nascita, che precede di pochi giorni il novilunio del 18 dicembre; la partecipazione di Venere e Saturno allo schema (Venere, Sole, Luna e Saturno si trovano tra il 22° e il 30° del Sagittario) e la fase retrograda di Mercurio (a metà Sagittario in occasione del novilunio) offrono un quadro misto: la sollecitazione di Marte suggerisce l'inizio di un periodo di discreta agitazione, con l'intervento di Venere e Saturno ad attenuarne gli effetti nocivi, permettendo di incanalarne l'energia e di manifestarla prevalentemente sul piano pratico, attraverso l'azione e il lavoro.

Nonostante le possibili brevi eco dei fantasmi della frustrazione legata al periodo dell'opposizione di Saturno a Marte natale (avvenuta sei mesi prima), lo spostamento degli equilibri astrologici riduce la portata delle resistenze esterne agli sforzi personali.

Il periodo preso in esame (15-25 dicembre, animazione 1) favorisce quindi le esperienze di tipo pratico, utili a una sintonizzazione sempre più profonda con la natura del luogo; sul piano mentale, la fase può agevolare una prima rielaborazione del percorso compiuto e il contestuale rifiuto delle esperienze ritenute inadeguate (in modo più acuto nei giorni di fine e inizio anno), probabilmente covato fino all'opposizione tra Mercurio e Marte e poi espresso attraverso alcuni momenti di polemica e confronto, a tratti aspro ma di breve durata.

Il contatto con Marte e con la terra rossa inizia in modo tutto sommato accettabile e la prima parte dell'esperienza - nonostante l'attività a tratti intensa - può essere letta come una fase di sedimentazione attiva, utile alla metabilizzazione delle esperienze vissute finora.