Gennaio 2017

5 gennaio sqIl primo mese del 2017 inizia con tutti i pianeti visibili a occhio nudo con l'eccezione di Mercurio, che però si unisce al gruppo compiendo la levata eliaca mattutina il 5 gennaio (animazione), emergendo in moto apparente retrogrado dai raggi del Sole. Il pianeta più vicino al Sole è anche l'unico a cambiare moto: quello retrogrado termina il 7 gennaio, due giorni dopo la levata eliaca. Venere continua a brillare nel cielo serale, aumentando contemporaneamente la sua altezza sul piano dell'orizzonte in virtù della maggior declinazione dei segni in cui transita: il 3 gennaio raggiunge Marte nei Pesci, in parallelo di declinazione con Giove in Bilancia. Nella rappresentazione tridimensionale della sfera celeste che riporta le posizioni degli astri del 5 gennaio alle ore 6:50 all'orizzonte di Torino (Figura 1), è possibile osservare Giove al meridiano in compagnia di Spica, contemporaneamente alla levata di Mercurio, che precede secondo il moto diurno il Sole sotto l'orizzonte. La linea tratteggiata di colore verde rappresenta il parallelo di declinazione di Giove, passante per Marte e a breve distanza da Venere.
Come accennato in precedenza, Venere entra in Pesci il 3 gennaio, seguita da Mercurio che compie il suo ingresso in Sagittario in moto retrogrado il giorno seguente e rientra in Capricorno il 12, questa volta in moto diretto; il Sole si sposta dal Capricorno all'Acquario il 20, segnando il progressivo e per ora lento incremento della durata del giorno. Marte entra nel proprio domicilio primaverile il 28 gennaio, mentre Giove e Saturno continuano rispettivamente la permanenza nei segni della Bilancia e del Sagittario.

Il 29 gennaio la Luna dà inizio all'undicesimo mese lunare dell'anno (Sabatu, secondo il calendario babilonese). 

La Luna si trova al perigeo l'8, all'apogeo il 22 gennaio; nello stesso giorno, Mercurio in moto retrogrado si porta al perigeo (e pochi minuti dopo la nascita del 2017, all'apogeo).si congiunge al suo nodo sud il 7 e il 28, Venere a quello nord il 18.

  Prima visibilità occidentale
3 Gen 2017 18:17:51 Acamar - Ultima visibilità orientale 11 Gen 2017 07:10:00 Procyon - Prima visibilità occidentale
14 Gen 2017 18:07:40 Procyon - Ultima visibilità orientale 23 Gen 2017 18:08:39 Sirius - Ultima visibilità orientale
26 Gen 2017 18:35:48 Altair - Tramonto eliaco vespertino 28 Gen 2017 18:41:31 Fomalhaut - Tramonto eliaco vespertino
29 Gen 2017 06:40:05 Shaula - Levata eliaca mattutina 30 Gen 2017 06:47:09 Alphard - Prima visibilità occidentale

 
Il 29 gennaio (con la prima visibilità della Luna) ha inizio l'undicesimo mese del calendario babilonese (Sabatu), con la Luna all'orizzonte occidentale nel segno dei Pesci; la proiezione zodiacale - FIGURA 2 - e il grado di passaggio del luminare notturno - FIGURA 3 - sono quasi coincidenti (a differenza di quanto avvenuto nei mesi recedenti) in virtù della latitudine della Luna pressoché nulla per la congiunzione al nodo lunare Sud e per la presenza all'ascendente di un segno a lunga ascensione: i valori sono pari rispettivamente a 1°11' e 1°17' dello stesso segno. L'ascendente (all'orizzonte di Torino) è a 1°12' della Vergine, il medium coeli a 24°18' del Toro. 

Nella tab 1 vediamo la condizione della Luna all'orizzonte di Torino del primo di Sabatu (undicesimo mese lunare), accompagnata dai temi di novilunio e plenilunio (e dalle relative carte astrocartografiche); nella  2, la tabella degli aspetti planetari, le effemeridi, il calendario, le immagini del cielo del 15 gennaio (prima del sorgere e dopo il tramonto), nella 3 l' animazione relativa allla levata eliaca mattutina di Mercurio. 

Riepilogo fasi lunari + prima e ultima visibilità della Luna

NL  28-01-2017 01:07
PL  12-01-2017 12:33


Ultima visibilità 26-01-2017 ore 06:32
Prima visibilità  29-01-2017 ore 19:20

 

Riepilogo visibilità pianeti

Saturno, Giove, Marte e Venere sempre visibili, Mercurio visibile dal 5.
 
 

 

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2021.

Cerca