Marzo 2018

lev luna 18 marzo SN sqIl mese di marzo non ospita fenomeni astronomici particolarmente spettacolari (se si esclude il tramonto eliaco vespertino di Mercurio, FIGURA 1), ma certamente il novilunio del 17 (FIGURA 2) presenta alcune peculiarità interessanti: cadendo a ridosso dell'equinozio di primavera e dell'ingresso di Marte in Capricorno, richiama infatti alla memoria la sizigia del 1939, caratterizzata per l'appunto dalla quadratura tra il pianeta rosso nel segno invernale e i luminari nei pressi dell'equinozio vernale. Cominciamo bene, insomma, come se non bastasse l'impegnativa presenza di Saturno. Tra l'altro, Marte è il protagonista annunciato del cielo del 2018, grazie alla lunga permanenza (6 mesi circa, da maggio a novembre) nel segno dell'Acquario e alla magnitudine apparente raggiunta nel corso della prossima estate, prossima a quella del 2003 (-2.7 circa).

Non si può quindi non riporre la propria fiducia nel benefico minore, Venere, che riceve in Ariete l'applicazione della Luna in occasione della sua prima visibilità, in compagnia di Mercurio. Spes ultima dea.

Saturno e Giove restano per tutto il mese, rispettivamente, in Capricorno e Scorpione, mentre cambiano segno Mercurio (in Ariete dal 6), Venere (in Ariete dal 7 e in Toro dal 31), Marte (in Capricorno dal 17) e il Sole (in Ariete dal 20).

Gli aspetti zodiacali maggiori sono divisi più o meno equamente tra le tre decadi del mese: aprono la serie il trigono Mercurio-Giove (il 2) e la congiunzione Mercurio-Venere (il 4), si formano attorno al 10 le quadrature Mercurio-Saturno (11) e Venere-Saturno (13), seguite dal trigono Sole-Giove (13) e chiudono la sequenza la seconda congiunzione Mercurio-Venere (20) e le quadrature tra Sole-Marte (24) e Sole-Saturno (29).

Il 18 marzo la prima visibilità della Luna segna l'inizio dell'anno astrologico con il primo mese lunare (Nisan, secondo il calendario babilonese). 

La Luna si trova al perigeo il 26 marzo, all'apogeo l'11; Mercurio si trova al perigeo il 21, a pochi giorni dall'inizio del moto retrogrado e del tramonto eliaco vespertino.

 Fasi eliache stelle principali - marzo 2018
1 Mar 2018 06:08:26 Castor - Prima visibilità occidentale 2 Mar 2018 19:28:44 Zavijah - Ultima visibilità orientale
19 Mar 2018 19:59:26 Scheat - Tramonto eliaco vespertino 20 Mar 2018 19:27:38 Arcturus - Ultima visibilità orientale
22 Mar 2018 05:32:21 Regulus - Prima visibilità occidentale 24 Mar 2018 19:50:32 Alphekka - Ultima visibilità orientale
28 Mar 2018 06:03:54 Algol - Levata eliaca mattutina ---

 
Il 18 marzo (con la prima visibilità della Luna) ha inizio il primo mese del calendario babilonese (Nisan), con la Luna all'orizzonte occidentale nel segno dell'Ariete; la proiezione zodiacale - FIGURA 3 - e il grado di passaggio del luminare notturno - FIGURA 4 - cadono a pochi gradi di distanza nonostante la notevole latitudine della Luna, prossima al suo ventre meridionale, per la presenza all'ascendente di un segno a lunga ascensione: i valori sono pari rispettivamente a 13°00' e 11°12' del segno dell'Ariete. L'ascendente (all'orizzonte di Torino) è a 11°07' della Bilancia, il medium coeli a 13°29' del Cancro. 

Nella tab 1 vediamo la condizione della Luna all'orizzonte di Torino del primo di Nisan (primo mese lunare), accompagnata dal tema di novilunio (e dalla relativa carta astrocartografica); nella  2, la tabella degli aspetti planetari, le effemeridi, il calendario, le immagini del cielo del 15 marzo (prima del sorgere e dopo il tramonto), nella 3 l'animazione relativa al tramonto eliaco vespertino di Mercurio. 

Riepilogo fasi lunari + prima e ultima visibilità della Luna

PL  02-03-2018   01:51
NL  17-03-2018   14:11 
PL  31-03-2018   14:36

Ultima visibilità 15-03-2018 ore 05:53
Prima visibilità  18-03-2018 ore 19:42

Riepilogo visibilità pianeti

Venere, Marte, Giove e Saturno sempre visibili, Mercurio visibile fino al 24.  
 
 

 

 

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2021.

Cerca