Calcolare il tempo in cui si compie una direzione

Le direzioni per le quali vogliamo calcolare il tempo di formazione possono essere di tre tipi:

1 – Direzione del MC o dell’ASC a un certo grado dello zodiaco o valore di declinazione;
2 – Direzione di un astro o sorte ad un certo grado dello zodiaco o valore di declinazione;
3 – Direzione di un astro o altro elemento del tema in mundo.

Il procedimento da seguire consiste nel percorrere a ritroso i passaggi seguiti nella prima parte, al fine di individuare l’arco di direzione; trovato tale valore, si tramuta l’arco di direzione in tempo, come descritto nel passaggio n° 4.

Direzione del MC o dell’ASC

Direzione del MC.
Immaginiamo di voler dirigere il MC radix a 2°33’ Capricorno fino al 2°33’ del segno dei Pesci e di volerne individuare l’arco di direzione: per prima cosa, dovremmo conoscere il valore dell’ARMC di nascita, pari a 272,77.

Ora, alla latitudine del luogo (45° N), cerchiamo il valore di longitudine diretto (2°33’ Pesci) e riportiamone il relativo valore di AR, pari all’incirca a 334,5.

Arco di direzione = 334,5 – 272,77 = 61,73

Direzione dell’ASC.

Immaginiamo di voler dirigere questa volta l’ASC radix a 5°20’ Ariete fino al 5°20’ del segno dei Gemelli e di volerne individuare l’arco di direzione: per prima cosa, dobbiamo conoscere il valore dell’ARMC di nascita, pari a 272,77, necessario a ricavare l’AO.HOR di nascita.

AO.HOR = 272,77 + 90 = 362,77 – 360 = 2,77

Ora, alla latitudine del luogo (45° N), cerchiamo il valore di longitudine diretto (5°20’ Gemelli) e riportiamone il relativo valore di AO, pari all’incirca a 40,5. L’arco di direzione è pari alla differenza tra le due AO.Hor:

Arco di direzione = AO.HOR diretto - AO.HOR radix = 40,5 – 2,77 = 37,73

il Giovedì Maggio 17 di Rocco
Ti è stata d'aiuto?

Per calcolare questo tipo di direzione, è necessario seguire due semplici accorgimenti:

1 – verificare se si sia scelto il valore di AOCH o DOCH nel tema radix;
2 – cercare i valori nelle Tavole 1 alla latitudine corrispondente al CH del pianeta che viene diretto.

Se per esempio decidessimo di dirigere la Luna al trigono zodiacale di Giove (2°27’ Sagittario), dovremmo utilizzare la DOCH della Luna e il suo CH, per trovare poi il valore di DO relativo al 2°27’ del Sagittario nelle Tavole 1 alla latitudine corrispondente al CH della Luna.

CH Luna: 32,8
DOCH Luna: 215,92

Cerchiamo il valore di DO corrispondente al 2°27’ Sagittario alla latitudine 33 N: 226,3 circa

L’arco di direzione si trova misurando lo scarto tra le due DOCH:

Arco di direzione = DOCH dir – DOCH radix = 226,3 – 215,92  = 10,38  

Volendo invece dirigere Giove al trigono zodiacale della Luna (20°8’ Cancro, considerando il grado di passaggio della Luna a 20°8’ Scorpione), dovremmo utilizzare l’AOCH di Giove e il suo CH, per trovare poi il valore di AO relativo al 20°8’ del Cancro nelle Tavole 1 alla latitudine corrispondente al CH di Giove.

CH Giove: 44,86
AOCH Giove: 3,22

Cerchiamo il valore di AO corrispondente al 20°8’ Cancro alla latitudine 45 N: 87,9 circa

L’arco di direzione si trova misurando lo scarto tra le due AOCH:

Arco di direzione = AOCH dir – AOCH radix = 87,9 – 3,22  = 84,68

Vediamo ancora un esempio relativo alla direzione di un astro ad un valore di declinazione: supponiamo, questa volta, di voler conoscere l’arco di direzione corrispondente alla direzione di Giove al 15° di declinazione nord.

Il procedimento è  esattamente lo stesso, ma questa volta cerchiamo nelle Tavole 1 i valori di AO corrispondenti a 15° N:

dalle tavole, desumiamo che i valori di AO sono 22,8 (corrispondente al 11° Toro) e 125,7 (corrispondente a 19° Leone).

Gli archi di direzione sono quindi:

Arco di direzione 1 = AOCH dir – AOCH radix = 22,8 – 3,22  = 19,58

Arco di direzione = AOCH dir – AOCH radix = 125,7 – 3,22  = 122,48

il Giovedì Maggio 17 di Rocco
Ti è stata d'aiuto?

Anche il calcolo delle direzioni in mundo è relativamente semplice: in questo caso, l’arco di direzione viene calcolato in base al valore di DH coperto durante il moto direzionale. Ovviamente, dobbiamo tenere conto dell’eventuale passaggio di quadrante dell’astro oggetto di direzione, considerando i seguenti casi:

1) L’astro rimane nello stesso quadrante
a. Se rimane nel primo, ARCO DH = DH radix – DH dir e Arco Dir = ARCO DH * Htd
b. Se rimane nel secondo, ARCO DH = DH dir – DH radix e Arco Dir = ARCO DH * Htd
c. Se rimane nel terzo, ARCO DH = DH radix – DH dir e Arco Dir = ARCO DH * Htn
d. Se rimane nel quarto, ARCO DH = DH dir – DH radix e Arco Dir = ARCO DH * Htn

2) L’astro passa dal primo al secondo quadrante o dal terzo al quarto

a. Dal primo al secondo, ARCO DH = DH radix + DH dir e Arco Dir = ARCO DH * Htd

b. Dal terzo al quarto, ARCO DH = DH radix + DH dir e Arco Dir = ARCO DH * Htn

3) L’astro passa dal secondo al terzo quadrante 

ARCODH sopra = 6 – DH radix
ARCODH sotto = 6 – DH dir

ARCO dir sopra = ARCODH sopra * Htd
ARCO dir sotto = ARCODH sotto * Htn

 ARCO dir = Arco dir sopra + Arco dir sotto

4) L’astro passa dal quarto al primo quadrante

ARCODH sotto = 6 – DH radix
ARCODH sopra = 6 – DH dir

ARCO dir sotto = ARCODH sotto * Htn
ARCO dir sopra = ARCODH sopra * Htd

ARCO dir = Arco dir sotto + Arco dir sopra 

Illustriamo con qualche esempio alcuni dei casi prima elencati, partendo dalla ricerca della quadratura in mundo di Giove alla Luna radix. Trovandosi Giove radix in Casa I a 6°15’ Ariete, considerando il grado di passaggio, dobbiamo portarlo in Casa 11°, trovandosi la Luna radix in 8°.
La DH corrispondente alla quadratura è pari a 6 e la DH della Luna radix misurata rispetto al MC è pari a 3,79; sottraendo a 6 questo valore, otteniamo 2,21, che è la DH che deve raggiungere Giove per formare la quadratura. Sebbene vicinissimo all’orizzonte, Giove si trova appena al di sotto, ad una DH pari a 5,97: manca un arco di DH pari a 0,03 per raggiungere l’orizzonte. A questo va aggiunto l’arco necessario a Giove per giungere a 2,21, ovvero: 6 – 2,21 = 3,79

Arco di direzione di sotto = 0,03 * Htn = 0,03 * 15,07 = 0,4521
Arco di direzione di sopra = 3,79 * Htd = 3,79 * 14,93 = 56,5847

Arco di direzione = 56,5847 + 0,4521 = 57,0368

Nel secondo esempio, portiamo la Luna al trigono di Giove, nei pressi della cuspide della Casa 5°.
Il trigono in mundo corrisponde ad un valore di DH pari a 8; la Luna radix ha una distanza dal MC pari a 3,79, quindi a 2,21 rispetto all’orizzonte occidentale.
La distanza di Giove rispetto al meridiano inferiore è pari a 5,97: per arrivare a 8 (trigono), dobbiamo aggiungerne 2,03, che è la distanza oraria del punto del trigono rispetto all’IC.

Dall’orizzonte occidentale a questo punto manca un arco pari a 3,97, che va aggiunto a 2,21 per ottenere l’arco di DH che la Luna deve percorrere per giungere al punto del trigono.

Arco di direzione di sopra = 2,21 * Htd = 2,21 * 10,89 = 24,0069

Arco di direzione di sopra = 3,97 * Htd = 3,97 * 19,11 = 75,8667 

Arco di direzione = 24,0069 + 75,8667 = 99,8736

il Giovedì Maggio 17 di Rocco
Ti è stata d'aiuto?

Il procedimento di  conversione in tempo dell’arco di direzione è semplice: aggiungendo l’arco di direzione al valore di Ascensione retta del Sole radix, si ottiene un nuovo valore di AR cui corrisponde (utilizzando le Tavole 1), un valore di longitudine. Questo valore va cercato sulle Effemeridi relative all’anno di nascita per verificare quanti giorni, ore e minuti siano trascorsi a partire dal momento della nascita.

Il tempo così ottenuto va convertito in anni e mesi di vita secondo questa chiave temporale:

1 giorno            = 1 anno di vita
2 ore    = 1 mese di vita
1 ora    = 15 giorni di vita

Per una maggiore precisione (pressoché inutile, considerando la necessità – affinché un evento si produca – dell’esistenza di una concordanza tra direzioni, profezioni, rivoluzioni e transiti), è possibile inoltre applicare la chiave temporale seguente:

4 minuti = 1 giorno di vita

A titolo di esempio, mostriamo il procedimento di conversione relativo alla direzione in mundo Giove-Luna, relativa all’aspetto di quadratura.

Arco di direzione = 57,0368
AR Sole radix     = 146,1653

AR Sole progr.   = 146,1653 + 57,0368 = 203,2021

Utilizzando le Tavole 1 del Primo Mobile, notiamo che a questo valore di Ascensione Retta corrisponde una longitudine pari a 25°3’ (ottenuti per interpolazione).

Cercando questo valore nelle Effemeridi dell’anno 2010 (il tema è stato infatti costruito per il 16 agosto 2010 alle ore 22, a Torino), vediamo che alle ore 0 del 18 ottobre il Sole si trovava a 204° 30’ 37’’, mentre il giorno seguente a 205° 30’ 10’’ . Il valore di longitudine progresso (25°3’ = 205° 3’) viene perciò toccato il giorno 18.

Calcolando la differenza tra il valore ottenuto e la longitudine delle ore 0 TU del 18 ottobre e dividendola per 2,48’ (spazio coperto dal Sole in un’ora), otteniamo l’ora in cui il Sole raggiunge la longitudine richiesta.

205°3’ – 204° 30’ = 33’

33’ : 2,48’ = 13,29 ore, ovvero 13 ore e 18 minuti circa del 18 ottobre 2010, TU.

La distanza temporale tra le ore 20 TU del 16 agosto 2010 e le ore 13 e 18 minuti TU del 18 ottobre 2010 è pari a 62 giorni, 17 ore e 18 minuti circa, ovvero, approssimativamente,  a 62 anni, 8 mesi e 20 giorni.

il Giovedì Maggio 17 di Rocco
Ti è stata d'aiuto?

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2019.

Cerca