Carmen Astrologicum, Cap. 2-3 Libro Quinto (sulle Interrogazioni)

Capitolo 2: Giudizi in base alla considerazione dei segni ascendenti curvi o retti 

Per quanto riguarda un’azione intrapresa va prima di tutto considerato se il segno ascendente è retto o curvo. Se il segno che sorge è retto l’azione sarà difficile e lenta e in essa  potrà verificarsi infelicità, sfortuna e turbamento.  Va poi considerata la posizione dei sette pianeti e dei luoghi in cui si trovano. Se l’azione è intrapresa quando sorge un segno curvo e uno dei pianeti benefici si trova all’ascendente o fa aspetto all’ascendente, il compito sarà meno gravoso e l’azione più facilmente portata a termine. Se all’ascendente si trova un segno retto e un pianeta malefico si trova vicino ad esso o con esso fa spetto, l’azione sarà lenta e difficile.  Se all’ascendente si trovano sia pianeti benefici che malefici oppure entrambi fanno aspetto all’ascendente, nell’azione si mischieranno il bene e il male.

Segni retti  sono quelli a lunga ascensione, che formano con l'orizzonte un angolo maggiore rispetto a quelli curvi (che sorgono quindi più velocemente). Sono retti i segni compresi tra il solstizio estivo e quello invernale. Sono curvi invece quelli a corta ascensione, che formano con l'orizzonte un angolo minore rispetto a quelli retti (che sorgono quindi più lentamente). Sono curvi i segni compresi tra il solstizio invernale e quello estivo.

 

Capitolo 3 : Giudizio in base alla considerazione dei segni Tropici ascendenti

Se l’ascendente si trova in un segno tropico (Cardinale) l’azione sarà interrotta prima di essere giunta a compimento e  dovrà essere cominciata una seconda volta.

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2020.

Cerca