I mercati finanziari e i cicli naturali Venere-Marte


 

zod seq ve ma 2009 11 copCapita spesso, durante l'attività di ricerca astrologica, di ricevere richieste insolite, che probabilmente non verrebbero mai poste a professionisti operanti in altri settori: "A che punto si fermerà la discesa dei mercati?", equivarrebbe infatti a chiedere, ad un meteorologo: "Quando smetterà di piovere, esattamente, nei quartieri x, x1, x2, ecc. della città y, y1, y2, ecc.?". Così come ad meteorologo non chiederemmo mai di dirci quanti millimetri di pioggia cadranno esattamente in un punto preciso della città, così dovremmo avvicinarci alla previsione astrologica con buon senso e prudenza, cercando, se possibile, di definire con precisione il campo di azione. Per valutare l'andamento dei mercati finanziari, non si può prescindere da una buona conoscenza della materia, della situazione politica ed economica globale e locale. Tuttavia, senza aver la pretesa di compiere imprese quantomeno improbabili, studiando l'andamento storico di un determinato indice o titolo, è possibile individuarne l'eventuale correlazione con i cicli planetari, che potranno essere di breve, media, lunga durata. A titolo di esempio, si utilizzi il grafico riportante l'andamento del FTSE MIB (mercato italiano) nel periodo 2009-2011, per lo studio delle fasi del ciclo di media durata Venere-Marte.

Nella FIGURA 1, il grafico relativo all'andamento dell'indice FTSE Mib relativo al mercato italiano, per il periodo 2009-2011: sul grafico sono riportate le date di alcuni dei principali punti di flesso degli ultimi anni. Nella tabella qui sotto, la relazione tra le date riportate in FIGURA 1 e le posizioni di Venere e Marte della FIGURA 2, in cui è possibile apprezzare la simmetria delle posizioni dei due pianeti in corrispondenza dei punti di inversione.

Numero Data punto di inversione
1 9 marzo 2009 (minimo)
2 11 gennaio 2010 (massimo)
3 25 maggio 2010 (minimo)
4 18 febbraio 2011 (massimo)
5 10 agosto 2011 (?)
6 25 settembre 2011 (?)

 
Nella FIGURA 2vediamo le posizioni assunte da Venere e Marte in corrispondenza dei punti di flesso (posizioni da 1 a 4) e in occasione delle prossime fasi; le posizioni di Marte sono indicate dal cerchio di colore rosso, quelle di Venere dal cerchio verde. I cerchi col bordo colorato relativi al punto 5, fanno riferimento alla fase inversa ormai immininente di Venere e Marte: vediamo infatti che Venere si troverà tra poco nelle posizioni occupate in precedenza da Marte e viceversa. Nel punto 6, abbiamo invece le future posizioni dei due astri, ancora in sintonia con quelle precedenti: probabilmente, assisteremo ad un'altra fase importante del ciclo, che sarà seguita, tra le altre, da quella di gennaio 2013. Osservando la FIGURA 2, si nota facilmente lo schema che lega i due astri: Marte segue infatti un ritmo di 180°, Venere di 90°, a partire dalla posizione iniziale del 9 marzo 2009.  Ovviamente, per individuare le tendenze principali, non si può limitare l'analisi ai cicli di media durata, ma è necessario considerare anche quelli di durata superiore: trascurare questo genere di analisi equivarrebbe (per il nostro amico meteorologo) a non considerare i ritmi stagionali. 

Contattaci

Associazione Culturale Medio Cielo - Torino

© Copyright Associazione Culturale Medio Cielo 2010- 2019.

Cerca